·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Lei è
Giulia

Giulia foto

Lei è Giulia. Nasce a Roma nel 1985. I genitori sono magistrati, Giulia cresce con una educazione rigida. È una ragazza irrequieta. Ha 16 anni. Si iscrive a un corso di vela, conosce un ragazzo più grande. Lui è uno scapestrato, la trascina negli anfratti della borgata romana. Giulia frequenta brutti giri, accantona lo studio, si ribella alle regole dei genitori. Ha 19 anni. Partecipa a un provino, la prendono per un piccolo ruolo in una fiction. È elettrizzata, sogna di diventare una stella del cinema. Passa qualche tempo. Giulia stringe tra le mani un test di gravidanza. Spera, prega che non sia positivo. Non può essere, non a lei. Chiude gli occhi. Aspetta. Ecco il risultato. È incinta. Parla con i genitori. Un figlio alla tua età? Ti rovina la vita. Devi abortire. Giulia è d’accordo. Prende appuntamento in una clinica, ci va da sola. È in sala d’attesa. Diverse donne al suo fianco. Silenzio. Sguardi fissi sul muro. La dottoressa esce. Chiama. Una alla volta. Manca poco. Tocca a lei. Vuoto. Ha paura. No. Non può farlo. Si alza, inizia a correre, scappa. Entra in una cabina telefonica. È nel panico. Fa il numero della madre. Sopra il telefono c’è un fermaglio per i capelli, un elastico con due ciliegie. Giulia lo prende in mano, scoppia a piangere. Ha fatto la cosa giusta. Torna a casa, i genitori sono arrabbiati, la madre non la guarda in faccia. Giulia stringe i pugni. Questa è la mia scelta. O la accettate, o me ne vado. Fa le valigie. La storia con il padre di suo figlio finisce. È rimasta sola, può contare solo su se stessa. Passano i mesi. Giulia diventa mamma. Stringe il bambino tra le sue braccia. Lo guarda, lo coccola. Non sa cosa accadrà, ma si sente viva, felice. È il 2020. Giulia Michelini è un’attrice di successo, e una mamma realizzata. Lei e suo figlio sono inseparabili. Insieme fanno vela, deltaplano, surf. Quel bambino l’ha costretta a crescere. L’ha salvata.