·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Lui è
Kara

insieme

Lui è Kara. È un soldato americano impegnato in Francia. È il 1944. Ha 23 anni. Kara viene mandato in licenza. Gira tra i paesini della Normandia, bussa alle porte, cerca qualcuno disposto a lavargli i vestiti. Gli sbattono tutti la porta sulla faccia, solo una donna lo invita a entrare. Mia figlia Jeanine ti darà una mano. Kara si ritrova davanti una ragazza di 17 anni, alta, bella. Arrosisce, balbetta qualche parola in francese e le allunga la sua sacca. Jeanine scoppia a ridere. Passa qualche giorno. I vestiti sono lavati e stirati, ma Kara inventa mille scuse per rivedere Jeanine, e lei non sembra dispiaciuta. Si guardano, si sfiorano, si amano. Passano due mesi. Kara sta aiutando Jeanine con le faccende domestiche, d’improvviso arriva una camionetta. Sono soldati americani, lo rivogliono al fronte, subito. Kara guarda la sua amata negli occhi. Tornerò. Poi salta sul camion e scompare. Sono mesi di polvere e fango, la guerra sembra non finire mai, Kara stringe i denti finché arriva l’annuncio, i tedeschi sono stati sconfitti. Kara vorrebbe correre da Jeanine, ma è ferito, e stanco. Lo imbarcano su una nave e lo rispediscono a casa. Kara si rimette in forze, deve trovare un lavoro e ricostruirsi una vita. Chiude il ricordo francese nel cuore e va avanti. Si sposa, ha dei figli, diventa nonno, rimane vedovo. È il 2019. Kara ha 98 anni. Riceve una chiamata. È invitato in Francia per l’anniversario dello sbarco in Normandia. Si prende del tempo per decidere, alla sua età non è facile spostarsi. Recupera il vecchio baule con i cimeli di guerra. Dentro c’è ancora la fotografia che Jeanine gli aveva lasciato prima di separarsi. Gli occhi di Kara si riempiono di lacrime. Partecipa alla commemorazione, racconta la sua esperienza, poi tra la folla incrocia uno sguardo. Kara sgrana gli occhi. Sono passati 75 anni, ma la riconosce all’istante. Jeanine gli va incontro. Ho saputo dell’evento e mi sono detta chissà, certo che ce ne hai messo di tempo a tornare. Kara la stringe tra le braccia. Ti ho sempre amata lo sai?

LA STORIA CONTINUA

Jeanine ha confessato a Kara di averlo aspettato per diverso tempo, aveva anche iniziato a studiare l’inglese. Poi ha ceduto e si è fatta una famiglia. Ora sono entrambi vedovi e hanno deciso di passare insieme il tempo che resta.