·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Loro sono
Joseph e Sylvia

con figlia

Loro sono Joseph e Sylvia. Vivono a Doncaster, nel Regno Unito. Hanno 88 e 82 anni. Joseph era uno chef, Sylvia faceva la sarta, sono in pensione da anni, ma non stanno fermi un attimo. Joseph trascorre il pomeriggio al pub con gli amici, Sylvia si gode un tè con le vicine. Durante i week end la casa si riempie di nipoti e pronipoti, la figlia Jackie va a trovarli spesso. Nella loro casa non dimora la solitudine, i due anziani si godono la vecchiaia, e quando arriva l’estate salutano tutti e vanno in crociera. Joseph è l’anima della festa. Finito di cenare, prende in mano il microfono e si scatena con il karaoke. Sylvia si tiene in disparte, è una donna riservata, non ama stare al centro dell’attenzione. Ma quando il suo Joseph le porge la mano e la invita al centro della pista, marito e moglie ballano sino allo sfinimento. Passano due settimane da sogno, al momento dei saluti, per entrambi scatta la hola. È il 2020. D’improvviso c’è il lockdown. Joseph e Sylvia si ritrovano chiusi in casa. Niente più circolo del bridge e passeggiate con le amiche. Per la prima volta sono soli. La figlia Jackie passa una volta a settimana, lascia la spesa, le medicine. Un saluto frettoloso e la porta si richiude. I giorni diventano tutti uguali. Joseph e Sylvia trascorrono i pomeriggi davanti alla televisione, in silenzio. La figlia va a trovarli, li esorta a stringere i denti. Joseph sorride a malapena. Jackie è preoccupata, non ha mai visto il padre così spento. Sulla soglia di casa, tira fuori il telefono e fa partire la musica. Mamma, papà, questa è la vostra canzone preferita, ballate? Sylvia scuote la testa, Joseph è titubante, ma il sangue ribolle. Si alza in piedi, abbozza qualche passo, ci prende gusto, allunga la mano verso la moglie. Come faccio a dirti di no? La figlia gira un video e lo pubblica sui social. Persone da tutto il mondo scrivono, fanno i complimenti, ringraziano. Joseph e Sylvia concedono il bis. Ogni settimana la figlia li riprende, loro ballano, ridono, rispondono ai commenti. Si sentono vivi, e meno soli.

LA STORIA CONTINUA

Joseph e Sylvia ormai ci hanno preso gusto, ballano anche quando la figlia non li riprende e si divertono un mondo.