·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Lei è
Julia

Julia / Lana

Lei è Julia. Nasce a Wallace, una piccola città dell’Idaho. Il padre fa il minatore. È il 1930. Julia ha 9 anni. Il padre è andato a giocare a carte. Ha vinto un po’ di soldi. Li ha nascosti nel calzino, sta tornando a casa. Viene fermato. Rapinato. Ucciso. La madre di Julia si rimbocca le maniche. I soldi sono pochi. Mangiano crackers e latte per giorni. È il 1936. Julia ha 15 anni. Lei e la madre si sono trasferite da poco a Los Angeles. Lei salta la scuola. Va a bere una Coca Cola in un bar di Sunset Boulevard. Un giornalista la nota. È bellissima. Ha un fisico perfetto. Le propone un provino. Julia dice che ne parlerà con la mamma. La donna approva. Julia diventa Lana. Lana Turner. Recita con James Stuart, Clark Gable, Kirk Douglas. È la protagonista di “Il postino suona sempre due volte”. Viene nominata all’Oscar per “I peccati di Peyton Place”. La carriera fila liscia. La vita privata no. Ha relazioni con molti uomini dello spettacolo. Si sposa sette volte. Nasce Cheryl. È il 1957. Lana ha 36 anni. Si è appena separata dal quarto marito. Riceve telefonate e rose da un ammiratore. Lui si chiama Johnny Stompanato. È bello, galante. Lana è affascinata. Escono insieme. Lana fa una scoperta. Johnny fa parte della malavita. Cerca di lasciarlo, non ci riesce. Lui è violento. Lana è a Londra per girare un film. Viene fotografata con il coprotagonista. Un giovane attore scozzese sconosciuto. Si chiama Sean Connery. Johnny si fionda a Londra. Si presenta sul set, è armato. Sean Connery non si scompone. Lo disarma. Lo immobilizza. Lo denuncia. Johnny viene espulso dal Paese. Ma la relazione con Lana continua. È il 4 aprile del 1958. L’ennesimo litigio. Johnny picchia Lana. La minaccia di uccidere lei, sua figlia e sua madre. Lei è Cheryl. Ha 14 anni. Non ne può più di vedere soffrire la madre. Prende un coltello dalla cucina. Va in camera loro. Johnny le si getta addosso. Cheryl affonda il colpo. Johnny muore. Cheryl viene assolta.