·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Lettera di Laura

Laura foto

“Caro Carmelo,
faccio parte della community Storie degli altri da un paio di anni. All’inizio non partecipato attivamente. Leggevo i post, commentavo di rado, perché non pensavo di avere cose interessanti da dire.
Poi è arrivato il 2020.
Ho i brividi quando nelle storie leggo questa data, e ho i brividi anche ora che l’ho scritta.
Ci siamo dovuti chiudere in casa, isolarci da tutto e tutti.
Dal 9 marzo però quante storie abbiamo conosciuto. Tante, tantissime. Con alcune abbiamo pianto, forse tutte. Che uno sia empatico o no, risulta difficile restare indifferente.
La mia presenza qui ha iniziato ad essere più assidua, fino a diventare costante. Sarà l’isolamento, ma la voglia di commentare è diventata irrefrenabile, come la voglia di essere parte di qualcosa, in questo momento così difficile e incomprensibile.
Alcune storie avrei potuto scriverle io, perché mi ci sono letta dentro.
Il tanto tempo a disposizione mi ha dato la possibilità di leggere i tanti commenti, e anche in quel caso sono emersi pezzetti di vita.
In fondo è così, a leggere attentamente, c’è una storia in primo piano seguita da tantissime altre storie. È per questo che vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato attivamente a questo gruppo in questi 2 lunghi mesi.
Sto conoscendo tanta gente bellissima. Ci siamo fatti compagnia, ci siamo confrontati, ci siamo anche scontrati a volte, ma lo scontro può essere costruttivo se gestito in un certo modo.
Questa rubrica potrebbe chiamarsi “Le paure degli altri”, “I dubbi degli altri”, “Le idee degli altri”.
In ogni caso, credo che ognuno di noi si sia letto in almeno una di queste storie, anche in quelle che non avrebbe mai raccontato a nessuno, ma qualcun altro lo ha fatto per noi.
Dunque grazie Carmelo, per averci messo a disposizione questo prezioso spazio, che è nato tuo, ma poi è diventato di tutti.
Con affetto”.
Lei è Laura.